CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Consentia urbs magna Bruttiorum.
Discussioni sulla Città, sull' Area Urbana e sulla sua Provincia.
Rispondi
Avatar utente
BrutiaStyle
Assiduo
Assiduo
Messaggi: 752
Iscritto il: lunedì 8 settembre 2014, 9:02
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da BrutiaStyle »

[align=]Da quel momento, finita la fase nomade di questo popolo, in meno di un secolo, i Bretti si costituirono in numerosi piccoli villaggi distanti pochi chilometri l'uno dall'altro, intervallati da roccaforti chiamate oppida, nuclei urbani fortificati, nelle quali si riunivano le classi sociali più elevate (guerrieri, magistrati e, si pensa, sacerdoti) per prendere decisioni per la gestione e la difesa dei villaggi limitrofi. Venne battuta moneta, e il tessuto sociale iniziò a prendere forma con il consolidamento delle classi sociali. La più importante era quella dei guerrieri. Iniziarono le mire espansionistiche, ed i Bruzi riuscirono ad ottenere importanti successi sia a sud che a nord del loro territorio fino ad impattare ad oriente e ad occidente con le polis della Magna Grecia che verranno anche esse a più riprese piegate dalla furia bretica. Era nata la "CONFEDERATIO BRVTTIORVM", il culmine dell'espansione, della cultura e dell'economia dei Bretti. Essa si può identificare nell'attuale intera provincia di Cosenza, escludendone la parte più settentrionale, quella compresa tra il Pollino e l'istmo tra la foce del Crati e quella del Laos, corrispondente, secondo Strabone alla parte meridionale della Lucania storica, ed arrivando ad estendersi, con le successive conquiste i territori interni della dorsale appenninica dalla Sila fino a raggiungere l'Aspromonte.

Oltre ad un sistema di monetazione proprio, i Bretti, di lingua osca, ma definiti dagli antichi popolo bilingue per la familiarità che avevano anche col greco appreso negli assidui contatti col mondo italiota, avevano anche adottato formalmente una scrittura basata appunto sull'alfabeto dorico di tipo acheo[4].

Oltre Consentia, le principali città erano (in latino, lingua che ricalcava i nomi originali[senza fonte]): Pandosia (città di cui ancora oggi si cercano le tracce e che forse doveva sorgere fra gli attuali comuni di Castrolibero, Mendicino, Marano Principato e Marano Marchesato sul Crati o presso l'attuale Acri sul Mucone), Aufugum (l'attuale Montalto Uffugo), Bergae, Besidiae l'attuale Bisignano ed Otriculum[5]. La così detta confederazione dei Bruzi.[/align]


TRATTO DA http://it.wikipedia.org/wiki/Bruzi


cromosoma21
Veterano
Veterano
Messaggi: 10031
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2014, 14:59
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da cromosoma21 »

BrutiaStyle ha scritto:[align=]Da quel momento, finita la fase nomade di questo popolo, in meno di un secolo, i Bretti si costituirono in numerosi piccoli villaggi distanti pochi chilometri l'uno dall'altro, intervallati da roccaforti chiamate oppida, nuclei urbani fortificati, nelle quali si riunivano le classi sociali più elevate (guerrieri, magistrati e, si pensa, sacerdoti) per prendere decisioni per la gestione e la difesa dei villaggi limitrofi. Venne battuta moneta, e il tessuto sociale iniziò a prendere forma con il consolidamento delle classi sociali. La più importante era quella dei guerrieri. Iniziarono le mire espansionistiche, ed i Bruzi riuscirono ad ottenere importanti successi sia a sud che a nord del loro territorio fino ad impattare ad oriente e ad occidente con le polis della Magna Grecia che verranno anche esse a più riprese piegate dalla furia bretica. Era nata la "CONFEDERATIO BRVTTIORVM", il culmine dell'espansione, della cultura e dell'economia dei Bretti. Essa si può identificare nell'attuale intera provincia di Cosenza, escludendone la parte più settentrionale, quella compresa tra il Pollino e l'istmo tra la foce del Crati e quella del Laos, corrispondente, secondo Strabone alla parte meridionale della Lucania storica, ed arrivando ad estendersi, con le successive conquiste i territori interni della dorsale appenninica dalla Sila fino a raggiungere l'Aspromonte.

Oltre ad un sistema di monetazione proprio, i Bretti, di lingua osca, ma definiti dagli antichi popolo bilingue per la familiarità che avevano anche col greco appreso negli assidui contatti col mondo italiota, avevano anche adottato formalmente una scrittura basata appunto sull'alfabeto dorico di tipo acheo[4].

Oltre Consentia, le principali città erano (in latino, lingua che ricalcava i nomi originali[senza fonte]): Pandosia (città di cui ancora oggi si cercano le tracce e che forse doveva sorgere fra gli attuali comuni di Castrolibero, Mendicino, Marano Principato e Marano Marchesato sul Crati o presso l'attuale Acri sul Mucone), Aufugum (l'attuale Montalto Uffugo), Bergae, Besidiae l'attuale Bisignano ed Otriculum[5]. La così detta confederazione dei Bruzi.[/align]


TRATTO DA http://it.wikipedia.org/wiki/Bruzi
Furia bretica? Mi piace :good:
Avatar utente
Cdf
Partecipante
Partecipante
Messaggi: 300
Iscritto il: martedì 7 aprile 2009, 22:34
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da Cdf »

ci potimu fa nu strisciune
You'll never walk alone
cromosoma21
Veterano
Veterano
Messaggi: 10031
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2014, 14:59
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da cromosoma21 »

Cdf ha scritto:ci potimu fa nu strisciune
:wink:
Avatar utente
originalbruzy
Veterano
Veterano
Messaggi: 3100
Iscritto il: mercoledì 25 maggio 2011, 12:08
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da originalbruzy »

Cdf ha scritto:ci potimu fa nu strisciune
Non male :beer:
Via Popilia Chè!
Avatar utente
Doctor Hannibal
Veterano
Veterano
Messaggi: 3269
Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 13:00
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da Doctor Hannibal »

Per quanto riguarda il nome (posiziono l'accento per la corretta comprensione a livello fonetico):

Nelle fonti di lingua latina troviamo il termine Brùttii. Si tratta di un etnico. Uno dei rari casi in cui con lo stesso termine si identificano sia il popolo che la regione di appartenenza. Troveremo attestazioni quali i Brùttii oppure nei Brùttii. Vedi Strabone, geografo d'età augustea.

Sempre nelle fonti di lingua latina, inoltre, in alcune attestazioni bizantine ed anche in alcune attestazioni della cancelleria pontificia, troviamo il termine, inusuale, Brìttii.

Nelle fonti di lingua greca troviamo, invece, i termini Brèttii, ad identificare il popolo, e Brettìa, ad identificare la regione.

Il termine attuale Bruzi altro non è che la volgarizzazione del latino Brùttii con conseguente caduta della doppia t.

Rabbrividisco quando, per esempio, penso e leggo, a Cosenza vecchia, il cartello con su scritto "Museo dei Bretti e degli Enotri".
Assolutamente sbagliato. Se il termine si usa alla greca va scritto Brettii (con la doppia i), quindi "Museo dei Brettii e degli Enotri". Viceversa, scriverlo alla latina, ossia "Museo dei Bruttii e degli Enotri". Oppure scriverlo per come si pronuncia volgarizzato "Museo dei Bruzi e degli Enotri".

Fonte: me stesso
COSENZA CALCIO 1914
Una storia d'amore che dura tutta la vita!
Avatar utente
missing76
Iscritto Attivo
Iscritto Attivo
Messaggi: 13
Iscritto il: lunedì 25 febbraio 2008, 15:04
Gender: Male
Località: Mendicino
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da missing76 »

Fiero ed orgoglioso di farne parte....
Aru culu.....
Avatar utente
BrutiaStyle
Assiduo
Assiduo
Messaggi: 752
Iscritto il: lunedì 8 settembre 2014, 9:02
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: CONFEDERATIO BRVTTIORVM

Messaggio da BrutiaStyle »

Doctor Hannibal ha scritto:Per quanto riguarda il nome (posiziono l'accento per la corretta comprensione a livello fonetico):

Nelle fonti di lingua latina troviamo il termine Brùttii. Si tratta di un etnico. Uno dei rari casi in cui con lo stesso termine si identificano sia il popolo che la regione di appartenenza. Troveremo attestazioni quali i Brùttii oppure nei Brùttii. Vedi Strabone, geografo d'età augustea.

Sempre nelle fonti di lingua latina, inoltre, in alcune attestazioni bizantine ed anche in alcune attestazioni della cancelleria pontificia, troviamo il termine, inusuale, Brìttii.

Nelle fonti di lingua greca troviamo, invece, i termini Brèttii, ad identificare il popolo, e Brettìa, ad identificare la regione.

Il termine attuale Bruzi altro non è che la volgarizzazione del latino Brùttii con conseguente caduta della doppia t.

Rabbrividisco quando, per esempio, penso e leggo, a Cosenza vecchia, il cartello con su scritto "Museo dei Bretti e degli Enotri".
Assolutamente sbagliato. Se il termine si usa alla greca va scritto Brettii (con la doppia i), quindi "Museo dei Brettii e degli Enotri". Viceversa, scriverlo alla latina, ossia "Museo dei Bruttii e degli Enotri". Oppure scriverlo per come si pronuncia volgarizzato "Museo dei Bruzi e degli Enotri".

Fonte: me stesso
:good:
Rispondi