Un cosentino disegna per la Marvel Comics

Consentia urbs magna Bruttiorum.
Discussioni sulla Città, sull' Area Urbana e sulla sua Provincia.
Rispondi
Avatar utente
marcello77
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3398
Iscritto il: sabato 12 maggio 2007, 11:24
Gender: Male
Località: Cosenza
Ha ringraziato: 8 volte
Sei stato  ringraziato: 75 volte

Un cosentino disegna per la Marvel Comics

Messaggio da marcello77 »

Il disegnatore calabrese che ha conquistato la Marvel.

Massimiliano Veltri ha realizzato il suo sogno ed è stato chiamato a produrre due storie degli X-men e Wolverine per la casa editrice famosa in tutto il mondo.

A volte i sogni si avverano e il talento, che è il prodotto calabrese più esportato nel mondo, viene valorizzato e riconosciuto. E’ quanto accaduto a Massimiliano Veltri, giovane, capace e talentuoso disegnatore di fumetti cosentino che, grazie alla sua capacità di raccontare tramite il linguaggio fumetto, si sta affermando a livello internazionale. Veltri, padrone dei segreti del bianco e nero, è stato chiamato a prestare il suo tratto iconico, frastagliato ed altamente evocativo, da una delle più importanti major dell’editoria mondiale: la Marvel, casa editrice che pubblica in tutto il mondo le avventure di Spider-Man e degli X-Men.

Proprio su una delle testate dedicate ai mutanti, inventati nel 1963 da Stan Lee e Jack Kirby, e resi celebri fin dagli anni ‘80 grazie all’opera del bardo inglese Chris Claremont, ha esordito Veltri. Nei numeri 6 e 7 della collana Wolverine e The X-Men, usciti a luglio e agosto negli U.S.A. e di prossima pubblicazione in Italia per la Panini Comics, Veltri ha collaborato al fianco di alcuni dei più importanti disegnatori della Marvel, come Marc Deering che ha realizzato le chine delle sue matite. Classe 1984, diploma di disegno base alla Scuola di Comix di Napoli, l’artista era da anni nel mirino dei talent scout americani, tanto che C.B.Cebulski, scopritore di talenti spesso in visita in Italia, seguiva attentamente l’evolversi della sua arte.

Un risultato quello conseguito dall’autore cosentino di grandissima importanza, tenendo conto di quanto scarsamente, fino a poco tempo fa, fosse diffusa in Calabria la cultura del fumetto, che solo negli ultimi anni è stata rivalutata anche grazie ad iniziative come il Museo del Fumetto di Cosenza e Lamezia Comics. Veltri va quindi ad aggiungere il suo nome al novero di artisti nostrani che ormai da anni vengono apprezzati oltre oceano.

Ovviamente a questi risultati si arriva dopo lunghi anni di lavoro, di crescita personale e di collaborazioni con interessanti realtà italiane: MadForcomix, Verticalismi.it, Crazy Monkey Ink, N.A.S. Studio, Shockdom, AbsoluteBlack, Dark Comics, Mantis Studio Comics, Edizioni Erranti sono solo alcune delle strutture editoriali che nel corso degli anni hanno permesso al giovane autore delle pagine pubblicare dalla Marvel, di affinare il suo talento e di confrontarsi con le complesse dinamiche del mondo dell’editoria. Un risulto quello di Veltri che testimonia come perseveranza, talento, capacità, forza d’animo e desiderio di emergere siano gli ingredienti essenziali per raggiungere le vette del successo.

Andrea Mazzotta - Il Quotidiano della Calabria del 18 settembre 2014.

Jamu Massimiliano :Bravo: :good:


ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO!!!
Avatar utente
marcello77
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3398
Iscritto il: sabato 12 maggio 2007, 11:24
Gender: Male
Località: Cosenza
Ha ringraziato: 8 volte
Sei stato  ringraziato: 75 volte

Re: Un cosentino disegna per la Marvel Comics

Messaggio da marcello77 »

Wolverine a Cosenza diventa una cover per il Quotidiano.

Edizione speciale, quella di Cosenza, del Quotidiano del Sud in edicola oggi. Una tavola disegnata in esclusiva da Massiliano Veltri, disegnatore cosentino della Marvel, in occasione dell'inaugurazione della mostra "Graffi di primavbera".

Cosenza si conferma ancora una volta una città “fumetto centrica”, capace di dare massimo risalto alla Nona Arte. Lo dimostra la frequenza di appuntamenti dedicati all’arte sequenziale che da qualche anno ormai costellano il cartellone degli eventi cosentini. Da questa primavera, al fianco del festival Le Strade del Paesaggio, capace di muovere l’anno scorso ventimila persone, c’è un nuovo momento dedicato a tutti gli appassionati della letteratura disegnata: Graffi di Primavera, mostra di disegni originali che proprio in questo weekend apre i battenti, regalando alla città dei Bruzi una full immersion in un mondo fatto di evocativi disegni e sequenze grafico-narrative degli eroi più amati.
Tre le mostre che i fortunati fruitori potranno visitare da oggi 18 aprile fino al 17 maggio. La prima, Da Topolinia a Darkwood, a cura del sempre competente Raffaele De Falco, vedrà esposte le tavole di Raffaele Della Monica, maestro della scuola salernitana dal tratto versatile, tanto da aver lavorato sia con la Disney, disegnando conosciutissimi personaggi cult dell’immaginario dei più piccoli come Topolino, Minnie e Pippo, sia con la Sergio Bonelli Editore, tracciando gli immateriali confini della palude di Darkwood, casa di Zagor e del suo aiutante Cico, eroi creati da Guido Nolitta (pseudonimo dello stesso Sergio Bonelli).
Nella mostra, che inaugurerà come le altre alle 18 presso il Museo del Fumetto del Cosenza, sito Via Salita Liceo, saranno presenti anche gli originali di Gordon Link, splendido fumetto pubblicato negli anni ‘90 dalla Dardo e scritto da Gianfranco Manfredi, romanziere e maestro nel raccontare tramite i fumetti il mondo dell’avventura e del fantastico. Al fianco del veterano Della Monica, i visitatori potranno godere dei lavori del giovanissimo Massimiliano Veltri, cosentino e astro nascente della major americana Marvel (soprannominata La Casa delle Idee), che scoperto in Italia dal talent scout C.B. Cebulski, è stato chiamato a disegnare alcune storie della serie Wolverine e The X-Men, testata di punta del variegato mondo dei mutanti Marvel.
Forse proprio il tratto “graffiante” di Veltri ha ispirato il nome della rassegna.

A concludere la variegatissima offerta culturale si pone la raccolta di originali realizzati ad acquarello da Flavia Sorrentino, tratta dalla suo ultimo lavoro “Pinocchio court toujours” edito dai francesi Eveil et Découvertes, reinterpretazione in chiama surreale ed evocativa del mito creato da Carlo Lorenzini, in arte Collodi.
A questo programma, già ricco di suo, si aggiunge la raccolta di originali di autori del calibro di Ivo Milazzo, Giovanni Ticci, Bruno Brindisi, Enrique Breccia (solo per citarne alcuni) permanentemente in mostra in quello scrigno culturale che è il Museo del Fumetto di Cosenza, realtà quasi unica in Italia, dimostrazione concreta che la cultura del fumetto è ormai diventata parte integrante del dna calabrese.

Il Quotidiano della calabria - 18 aprile 2015.

Immagine

:flag: :flag:
ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO!!!
Rispondi