Addio Cesare

Campionati, coppe, fantacalcio, tifosi, scommesse e altri sport.
Rispondi
Avatar utente
Rey86
Veterano
Veterano
Messaggi: 11130
Iscritto il: mercoledì 23 dicembre 2009, 12:09
Gender: Male
Ha ringraziato: 1076 volte
Sei stato  ringraziato: 54 volte

Addio Cesare

Messaggio da Rey86 »

Altro grande del calcio che ci saluta!


N.9 Come te nessuno mai! Gigi Marulla Campione di tutti!

Forza Cosenza sempre!

Verità e Giustizia per Denis

Guarascio vattene!
Avatar utente
marcello77
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3398
Iscritto il: sabato 12 maggio 2007, 11:24
Gender: Male
Località: Cosenza
Ha ringraziato: 8 volte
Sei stato  ringraziato: 74 volte

Re: Addio Cesare

Messaggio da marcello77 »

Paolo Maldini: “Mio padre sarà sempre un mito”.

La notizia della morte di Cesare Maldini ha sconvolto tutti gli amanti del calcio italiano, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di molti appassionati e più che certamente anche nel cuore di suo figlio Paolo. L’ex capitano del Milan, tempo fa, si rese protagonista di un ricordo commosso del padre, che di fatto lo aveva reso grande e gli aveva consentito di porre le fondamentale per quella che sarebbe stata poi una carriera straordinaria vissuta con la maglia che aveva già vestito il suo genitore.
“Sono cresciuto con il mito di mio padre Cesare. Il giorno dell’esordio in prima squadra mi disse: “Bravo figlio mio, oggi hai fatto un primo passo… Ti auguro di vincere più di me, e di alzare proprio come me, almeno una volta nella vita, una Coppa dei Campioni da capitano, perché è una sensazione stupenda”. Da quel giorno, cercai di migliorarmi sempre il più possibile per poter diventare un giorno il capitano del mio Milan”. Miglioramenti che Maldini è riuscito senz’altro a portare a termine, come lui stesso racconta: “Quando alzai la Champions League con la fascia al braccio a Manchester, pensai immediatamente a lui. Finita la partita, presi il cellulare e vidi che c’erano moltissime chiamate, tra cui quelle di mia moglie, e svariati messaggi di complimenti. Tra tutti quei messaggi, il primo era quello di mio padre. Aprii la casella, e con mio stupore lessi che c’era scritto: “Paolo sono orgoglioso di te. Papà”. Non mi aveva mai fatto un complimento… Era fatto così lui. Pensai, se Papà ha perso 2 minuti della sua vita per scrivermi questo, vuol dire che ho fatto veramente qualche cosa di importante…Tutta la squadra stava festeggiando, ma in quel momento, mi passò davanti tutta la carriera. Lasciai i miei compagni, e rimasi seduto per pochi minuti a rileggere e rileggere quel messaggio. Avevo raggiunto il sogno di mio Padre, quello di alzare la Champions da capitano proprio come lui”.

Maldini chiuse il suo intervento al Guerin Sportivo esprimendo tutta la stima e il rispetto per il suo maestro di vita: “È stato sempre il mio esempio…È un padre silenzioso, che si faceva capire solo con uno sguardo. È stato il mio mito, e continuerà ad esserlo per sempre. Se sono diventato quello che sono oggi, il merito è tutto il suo”.

http://www.maidirecalcio.com - 03/04/2016.

Senza alcune vergogna, ammetto di essermi commosso nel leggere le parole di un mio vecchio mito calcistico, che ricorda suo papà.
ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO!!!
Rispondi