Oliverio presidente della Regione Calabria

Discussioni libere ma a tema.
Qui trovi anche gli avvisi riguardanti il forum.
Avatar utente
marcello77
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3352
Iscritto il: sabato 12 maggio 2007, 11:24
Gender: Male
Località: Cosenza
Ha ringraziato: 5 volte
Sei stato  ringraziato: 42 volte

Re: Oliverio presidente della Regione Calabria

Messaggio da marcello77 »

Continua senza sosta il cambiamento alla Regione Calabria.

Rifiuti e discariche, Oliverio segue la linea ‘Scopelliti’ e garantisce il business ai privati.

Lo stato d’emergenza che consente di smaltire rifiuti negli impianti dei privati sarà prorogato sino alla fine del 2017.

Rifiuti e trasporti al centro dei lavori odierni della quarta Commissione consiliare “Assetto ed utilizzazione del territorio e protezione dell’Ambiente”, presieduta da Domenico Bevacqua, ai quali ha preso parte l’assessore alle infrastrutture Roberto Musmanno. L’organismo consiliare ha incardinato la proposta di legge d’iniziativa della Giunta regionale che proroga al 31 dicembre 2017 lo stato di emergenza nel settore rifiuti e cio’ al fine di consentire all’amministrazione regionale di ricorrere all’utilizzazione di impianti privati di trattamento e smaltimento dei rifiuti nelle more del completamento del sistema impiantistico regionale. Dopo un intenso dibattito che ha visto impegnati i commissari in un confronto con i soggetti auditi (Annapaola De Masi per l’avvocatura regionale e per il Dipartimento Ambiente Antonio Augruso), si è rinviata l’approvazione alla prossima seduta del 17 dicembre.

“Ha fatto bene il presidente della commissione Domenico Bevacqua a rinviare la proposta di legge d’iniziativa della Giunta regionale che proroga lo stato di emergenza nel settore dei rifiuti e che proprio, per la sua valenza ed il suo impatto sul territorio e la salute pubblica, necessita di ulteriori approfondimenti anche al fine di verificare la legittimita’ costituzionale della proroga che va oltre la contingenza del momento”. E’ quanto ha affermato il consigliere regionale del Pd Carlo Guccione a margine dei lavori odierni della IV Commissione. “La proposta di due anni piu’ uno sembra infatti – ha spiegato ancora Guccione – un mero prolungamento della fase commissariale che dura ormai da oltre 15 anni con conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Una questione cosi’ complessa e delicata come quella dei rifiuti non puo’ essere sempre in continua emergenza; serve invece un piano strutturale con una crono programmazione stringente sia nei tempi che nei contenuti”.

“Nel condividere le considerazioni fatte nel corso dei lavori odierni della quarta Commissione dal collega Guccione ed, in particolare, il rilevo da lui posto sulla mancata discontinuita’ nella questione rifiuti, pur tuttavia non possono essere taciute alcune riflessioni”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del gruppo misto Domenico Tallini che aggiunge: “C’e’ un aggravante che non posso fare a meno di non sottolineare legato al fatto che Scopelliti almeno si e’ trovato nelle condizioni di dover affrontare l’emergenza dovuta all’improvviso passaggio, conclusa la gestione commissariale, di competenze al Dipartimento. Ebbene, a distanza di un anno, non possiamo accettare che su una materia cosi’ delicata come quella dei rifiuti, che attiene alla salute e all’igiene pubblica ed alla qualita’ di vita dei calabresi, le soluzioni siano ancora quelle di sempre e non si trovi invece un’alternativa seria alla solita prassi della proroga, che non e’ altro un modo di mettere pezze e non portare a soluzione il problema”.

http://www.quicosenza.it - 11/12/2015.


ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO!!!
Rispondi