Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Tutto ciò che riguarda i LUPI.
Sezione riservata ai soli iscritti.
Rispondi
pix
Veterano
Veterano
Messaggi: 1970
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 14:14
Gender: Male
Ha ringraziato: 22 volte
Sei stato  ringraziato: 27 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da pix »

Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.


car89
Assiduo
Assiduo
Messaggi: 642
Iscritto il: lunedì 10 gennaio 2011, 18:28
Gender: Male
Ha ringraziato: 11 volte
Sei stato  ringraziato: 18 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da car89 »

misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:11
car89 ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 19:50 Commento solo ora la partita di ieri, tra le altre cose, perché ho voluto pensarci un po'.

Alla fine, circa l'andamento della gara, posso dire di concordare con Occhiuzzi.
E' stata una partita tatticamente bloccata, con le due squadre impegnate per lo più a limitare gli avversari, e vicina a sbloccarsi grazie a piazzati e azioni episodiche, sciupate da tre incredibili errori da dilettanti.

L'obiezione che però vorrei muovere a Occhiuzzi è la seguente.
In una partita come ieri, e in generale in queste prime 14 partite, si è cercato effettivamente di mettere mano ai problemi della squadra?
Non mi riferisco tanto alla scelta degli uomini, su cui già avete detto molto bene prima di me (mi limito solo a sottolineare l'incredibile assenza di Bhalouli ieri), ma in generale al modo in cui la squadra costruisce e accompagna l'azione.

Occhiuzzi sostiene che la squadra finalizza bene le azioni, perché è tra le squadre che tirano di più in area di rigore, ma non si segna per sfortuna, scarsa lucidità, e (lui non lo dice) evidenti limiti tecnici di alcuni calciatori.

Bene, tralasciando la sfortuna, sui limiti tecnici dei calciatori vale quanto detto sopra: avete detto tutto voi, se questa è una delle ragioni, aver utilizzato (in pratica) un solo attaccante centrale dei tre a disposizione, anche ammettendo che gli altri due in allenamento non toccano palla, significa non averci neanche provato a trovare una soluzione diversa mantenendo lo stesso impianto tattico.

Voglio invece soffermarmi proprio sulla tattica.
A me sembra che l'attuale limite di Occhiuzzi (su cui può lavorare) è l'ostinazione a voler far giocare una squadra in un modo a lei non congeniale, cominciando dal modulo.
Il 343 necessiterebbe di difensori bravi ad impostare, esterni molto tecnici e forti fisicamente in grado di fare le due fasi, un attaccante in grado di fare reparto da solo.
Nessuna di queste pedine è a disposizione del Cosenza, che lo scorso anno volava grazie a un esterno come Casasola e un attaccante come Riviere.
Questo, a mio modo di vedere, si ripercuote sul modo di costruire.
Gli sviluppi tipici del gioco del Cosenza sono due: ripartenze veloci sull'attaccante esterno, che quando riesce a saltare l'uomo, quando va bene trova due uomini in area che arrivano dopo aver corso 30 metri in avanti; conduzione di un giocatore centralmente (Petrucci o Balhouli) con cinque giocatori, puntualmente, schiacciati sulla linea avversaria, per cui l'unico sbocco è sugli esterni da dove per limiti tecnici la palla non arriva mai pulita in area.

Rispetto questi problemi, oltre insistere, si è fatto qualcosa? si sono provate soluzioni alternative?

La maggiore sarebbe passare al 433 o 4312, sfruttando le qualità di Petrucci in palleggio e supportando le punte con una mezzala.
Ma capisco che sarebbe una rivoluzione copernicana e ora non c'è tempo.
E allora, quantomeno, provare con i tre centrali di centrocampo in una sorta di 532, al limite rinunciando a uno tra Baez e Carretta.
E magari uno schieramento del genere potrebbe anche beneficiare Gliozzi o Petre, che potrebbero giocare con un calciatore più vicino, e aggiungo che Gliozzi forse in profondità qualcosina potrebbe farla, non essendo evidentemente un uomo d'area.
In generale, lasciare Petrucci un pò più basso, consentirebbe di alzare quantomeno una mezzale ed evitare che tra linee di difesa e centrocampo e attaccanti ci siano sempre 45 metri da dover coprire per accompagnare l'azione.

Almeno fin quando il mercato non regalerà qualcosa di diverso; se poi si vorrà proseguire con il 343, che si prendano un esterno ad ogni costo e un attaccante centrale.

Su questo secondo me Occhiuzzi sta sbagliando, insistendo con un'idea di gioco che ora non sta portando risultati.
Perché nessuno mette in dubbio che sia preparato e sappia fare il suo mestiere, ma i numeri parlano chiaro: 13 punti su 42; 3 su 21 in casa e peggior attacco.
Continuare a sostenere che va tutto bene, e al limite è questione di lettura di gara, fortuna e attenzione, significa buttare la polvere sotto il tappeto.
faccio a te una domanda a cui nessuno finora ha voluto rispondere. Diretta. Tranne una premessa per dire che anche per me a priori questa rosa era più a proprio agio con un modulo diverso.
Alla luce di tutte le partite finora disputate, nelle quali abbiamo creato tantissimo e lasciato molto poco agli avversari e, sicuramente e ovviamente, le mancate finalizzazioni non sono collegabili all'aspetto tattico: perché dovremmo cambiare sistema di gioco?
Perché io non sono così sicuro che i problemi in attacco non sono collegabili (anche) all'aspetto tattico, per le ragioni che ho spiegato nel post.

E premesso che la soluzione a), cioè cambiare interpreti, Occhiuzzi finora non l'ha sperimentata, che non possiamo attendere fine gennaio per vedere cosa porterà il mercato e che parliamo di un problema grave, perché proiettando i gol segnati fino alla fine del torneo significa segnare 27/28 gol e penso che mai nella storia una squadra si è salvata segnando 27/28 gol.

Le mezzali di corsa e inserimento le abbiamo, a mio modo di vedere possono dare una mano nella costruzione del gioco, sia inserendosi quando riparti in transizione, sia allargandosi quando costruisci dal basso.
E non penso che la squadra possa risentirne sotto il profilo difensivo.

Poi attenzione, non sto dicendo che domenica dovremmo giocare 433, ma soltanto che mi sarei aspettato, e mi aspetto, qualche accorgimento tattico per ovviare ai problemi noti.
misasi
Veterano
Veterano
Messaggi: 3947
Iscritto il: giovedì 27 gennaio 2011, 16:39
Gender: Male
Ha ringraziato: 12 volte
Sei stato  ringraziato: 29 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da misasi »

pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
Avatar utente
Minaccia
Veterano
Veterano
Messaggi: 6144
Iscritto il: sabato 8 giugno 2019, 13:13
Gender: Male
Ha ringraziato: 7 volte
Sei stato  ringraziato: 60 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Minaccia »

Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Maschio bianco europeo etero
pix
Veterano
Veterano
Messaggi: 1970
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 14:14
Gender: Male
Ha ringraziato: 22 volte
Sei stato  ringraziato: 27 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da pix »

misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:01
pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
É vero che gli errori sotto porta non c’entrano nulla con il gioco. In realtà non credo che il vero problema siano gli errori sottoporta, quelli sono la causa, non il sintomo, di problemi strutturali che potrebbero essere alleviati se non risolti cambiando struttura di squadra.
Poi tutto può essere, anche che giocando come stiamo facendo é la cosa migliore per il Cosenza
Markol
Veterano
Veterano
Messaggi: 10418
Iscritto il: domenica 29 maggio 2005, 21:10
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 123 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Markol »

Minaccia ha scritto:Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Discorso perfetto, sensatissimo, peccato che abbiamo un commissario alla guida della società.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

car89
Assiduo
Assiduo
Messaggi: 642
Iscritto il: lunedì 10 gennaio 2011, 18:28
Gender: Male
Ha ringraziato: 11 volte
Sei stato  ringraziato: 18 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da car89 »

misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:01
pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
Anche per me facciamo sufficientemente bene adesso, ma nonostante questo abbiamo un problema gigantesco.
Il Cosenza è settimo per numero di tiri e ultima per reti realizzate.
Tu ci vedi solo un problema di cinismo, o di tecnica sottoporta, io penso che, oltre a questo, c'è anche un problema di qualità di azione, intesa come posizione di chi calcia, qualità del passaggio, alternative al tiro.

E cito Occhiuzzi stesso, quando diceva che spesso gli attaccanti arrivano stanchi per il lavoro in non possesso.
Avatar utente
Oberdan_80
Veterano
Veterano
Messaggi: 10584
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 16:46
Gender: Male
Località: Roges di Cosenza Nord
Ha ringraziato: 147 volte
Sei stato  ringraziato: 102 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Oberdan_80 »

Minaccia ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:06 Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
chi vuole scendere ancora dalla giostra ?
-------
=@ GUARASCIO MOLLA IL COSENZA CALCIO =@

Immagine
Markol
Veterano
Veterano
Messaggi: 10418
Iscritto il: domenica 29 maggio 2005, 21:10
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 123 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Markol »

car89 ha scritto:
misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:01
pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
Anche per me facciamo sufficientemente bene adesso, ma nonostante questo abbiamo un problema gigantesco.
Il Cosenza è settimo per numero di tiri e ultima per reti realizzate.
Tu ci vedi solo un problema di cinismo, o di tecnica sottoporta, io penso che, oltre a questo, c'è anche un problema di qualità di azione, intesa come posizione di chi calcia, qualità del passaggio, alternative al tiro.

E cito Occhiuzzi stesso, quando diceva che spesso gli attaccanti arrivano stanchi per il lavoro in non possesso.
Quello non è lavoro di non possesso, è un supplizio medievale. Con tutto il disprezzo calcistico che posso avere per gliozzi (umano mai, preciso) ma l'avete visto? Deve arretrare fino quasi alla nostra area per rincorrere l'esterno destro della squadra avversaria, il tutto per quasi l'intero arco della permanenza in campo. Se sei dio e arrivi dalla Martinica, stanco e sfiancato quanto vuoi, alla prima palla la porta la sfondi, se ti chiami gliozzi ed hai i piedi più vicini a quelli di corsi che di un essere umano, allora la spari in fallo laterale.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk


pix
Veterano
Veterano
Messaggi: 1970
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 14:14
Gender: Male
Ha ringraziato: 22 volte
Sei stato  ringraziato: 27 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da pix »

Markol ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:19
car89 ha scritto:
misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:01
pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
Anche per me facciamo sufficientemente bene adesso, ma nonostante questo abbiamo un problema gigantesco.
Il Cosenza è settimo per numero di tiri e ultima per reti realizzate.
Tu ci vedi solo un problema di cinismo, o di tecnica sottoporta, io penso che, oltre a questo, c'è anche un problema di qualità di azione, intesa come posizione di chi calcia, qualità del passaggio, alternative al tiro.

E cito Occhiuzzi stesso, quando diceva che spesso gli attaccanti arrivano stanchi per il lavoro in non possesso.
Quello non è lavoro di non possesso è un supplizio medievale. Con tutto il disprezzo calcistico che posso avere per gliozzi (umano mai, preciso) ma l'avete visto? Deve arretrare fino quasi alla nostra area per rincorrere l'esterno destro della squadra avversaria, il tutto per quasi l'intero arco della permanenza in campo. Se sei dio e arrivi dalla Martinica, stanco e sfiancato quanto vuoi, alla prima palla la porta la sfondi, se ti chiami gliozzi ed hai i piedi più vicini a quelli di corsi che di un essere umano, allora la spari in fallo laterale.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
Tutto questo perché si ostina a giocare sempre e costantemente in inferiorità numerica a centrocampo
Markol
Veterano
Veterano
Messaggi: 10418
Iscritto il: domenica 29 maggio 2005, 21:10
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 123 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Markol »

pix ha scritto:
Markol ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:19
car89 ha scritto:
misasi ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:01
pix ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 21:52 Misasi mi permetto di risponderti: perché con i giocatori a disposizione potremmo fare meglio. Sempre mia opinione che purtroppo temo non verrà mai smentita e mai suffragata visto che il nostro non cambia neanche sotto tortura.
Secondo me facciamo sufficientemente bene anche adesso.
Certo se poi siamo in disaccordo nelle premesse (mi riferisco alla risposta di car89), ovviamente la vediamo in maniera opposta.
Non riesco però in nessun modo a collegare sistema di gioco ad errori sottoporta.
Anche per me facciamo sufficientemente bene adesso, ma nonostante questo abbiamo un problema gigantesco.
Il Cosenza è settimo per numero di tiri e ultima per reti realizzate.
Tu ci vedi solo un problema di cinismo, o di tecnica sottoporta, io penso che, oltre a questo, c'è anche un problema di qualità di azione, intesa come posizione di chi calcia, qualità del passaggio, alternative al tiro.

E cito Occhiuzzi stesso, quando diceva che spesso gli attaccanti arrivano stanchi per il lavoro in non possesso.
Quello non è lavoro di non possesso è un supplizio medievale. Con tutto il disprezzo calcistico che posso avere per gliozzi (umano mai, preciso) ma l'avete visto? Deve arretrare fino quasi alla nostra area per rincorrere l'esterno destro della squadra avversaria, il tutto per quasi l'intero arco della permanenza in campo. Se sei dio e arrivi dalla Martinica, stanco e sfiancato quanto vuoi, alla prima palla la porta la sfondi, se ti chiami gliozzi ed hai i piedi più vicini a quelli di corsi che di un essere umano, allora la spari in fallo laterale.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
Tutto questo perché si ostina a giocare sempre e costantemente in inferiorità numerica a centrocampo
Infatti basterebbe avere un regista e due mezzali (siamo pieni, anzi, lo sono tutti tranne petrucci) non dico sempre, ma almeno quando sei in palese inferiorità in mezzo. Lui però è dogmatico, il suo calcio è il vangelo, guai a cambiare.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Bia
Veterano
Veterano
Messaggi: 12138
Iscritto il: lunedì 1 settembre 2014, 11:35
Gender: Male
Ha ringraziato: 81 volte
Sei stato  ringraziato: 86 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Bia »

Minaccia ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:06 Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Io taglio la testa al toro.
Avendo Trinchera ( che è allievo di Corvino) e se vuoi VERAMENTE RISOLVERE INVESTENDO, tu a Gennaio potresti avere subito Pettinari!
Basta che lo paghi l.
Ma lo vuoi fare veramente?
È ora di finirla di sperare!
GUARASCIO È A UN BIVIO STAVOLTA....
Tifare è una definizione limitata. I Lupi sono la mia gioia, la mia follia, il mio analgesico, il mio stimolo intellettuale.
Markol
Veterano
Veterano
Messaggi: 10418
Iscritto il: domenica 29 maggio 2005, 21:10
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 123 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Markol »

Bia ha scritto:
Minaccia ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:06 Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Io taglio la testa al toro.
Avendo Trinchera ( che è allievo di Corvino) e se vuoi VERAMENTE RISOLVERE INVESTENDO, tu a Gennaio potresti avere subito Pettinari!
Basta che lo paghi l.
Ma lo vuoi fare veramente?
È ora di finirla di sperare!
GUARASCIO È A UN BIVIO STAVOLTA....
A guarascio non gli fotte un c... Quello è il problema. Ha il piano b pronto.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Bia
Veterano
Veterano
Messaggi: 12138
Iscritto il: lunedì 1 settembre 2014, 11:35
Gender: Male
Ha ringraziato: 81 volte
Sei stato  ringraziato: 86 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Bia »

Markol ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:33
Bia ha scritto:
Minaccia ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:06 Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Io taglio la testa al toro.
Avendo Trinchera ( che è allievo di Corvino) e se vuoi VERAMENTE RISOLVERE INVESTENDO, tu a Gennaio potresti avere subito Pettinari!
Basta che lo paghi l.
Ma lo vuoi fare veramente?
È ora di finirla di sperare!
GUARASCIO È A UN BIVIO STAVOLTA....
A guarascio non gli fotte un c... Quello è il problema. Ha il piano b pronto.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
Che sarebbe vendere quando retrocede in C.
Io non dimentico la schifosa intervista fatta da quel Romanelli questa estate quando diceva che in C aveva già pronte delle offerte....
Tifare è una definizione limitata. I Lupi sono la mia gioia, la mia follia, il mio analgesico, il mio stimolo intellettuale.
Markol
Veterano
Veterano
Messaggi: 10418
Iscritto il: domenica 29 maggio 2005, 21:10
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 123 volte

Re: Cosenza - Venezia (22 Dicembre ore 19:00): pre, live e post partita

Messaggio da Markol »

Bia ha scritto:
Markol ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:33
Bia ha scritto:
Minaccia ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:06 Davanti avevamo un avversario, ora che lo abbiamo visto da vicino possiamo dirlo, che senza né paracadute né niente ha cacciato un milione e mezzo per il solo cartellino di Forte. Più l'ingaggio, che ignoro di quanto sia ma mi sa che viaggiamo sul mezzo milione netto a stare bassi.
La verità è che abbiamo una squadra che ogni volta deve dare da tre anni il 110% per reggere l'impatto al cospetto di calciatori top in categoria e che valgono ogni centesimo di quanto costano. Solo a guardare i valori economici vinciamo, pareggiamo, perdiamo due a uno o giù di lì partite che sulla carta dovremmo perdere sei a zero.

A volte succede che le cose alla fine (ma proprio alla fine) vanno per il verso giusto perché in fondo, pure se a bilancio ti pesavano due lire, Tutino e Palmiero erano scommesse vinte rivelandosi fenomeni per la categoria o perché una congiunzione astrale allucinante, comprensiva di rifiuto di Rosseti e tempo scaduto per Tupta, ha fatto sì che schierassi in attacco uno che faceva il titolare con Falcao e James Rodriguez, che appena entrato in forma (anche lui a bilancio a due lire) ha dimostrato che se metti in fila i cinque migliori centravanti di serie B e li sommi non ne esce mezzo Rivière.
Però non ti può andare sempre bene.
Non puoi vincere sempre la scommessa, non puoi sempre trovare l'infortunato che cerca riscatto e se non si fosse infortunato sarebbe chissà dove e di lui non ti potresti permettere nemmeno un poster.

Deve venire il momento in cui anche tu metti i soldi sul tavolo e prendi Forte o chi per lui.
Non dico di mettersi in pari con chi viene dalla A e ha venticinque milioni di paracadute, per l'amor del cielo. Ma il tuo budget deve essere lo stesso di quello di un Venezia o di una Cremonese o giù di lì. Non è più nemmeno questione di quali imprenditori abbiano loro alle spalle. Finché continueremo a sperare di cavarcela con l'ultimissimo budget di tutta la categoria, per netto distacco, saremo sempre punto e a capo.
E speriamo che Gliozzi in fondo
E ma magari Petre
E hai visto mai esplode Borrelli
E Petrucci sono anni che fallisce ovunque ma cerca riscatto
E Idda in fondo in mezzo se la cava, qua di deve impostare è terribile ma noi lui possiamo permetterci e almeno sa difendere
E magari Vera qui finalmente dimostra che

E mò basta, cazzo.
Se il Venezia, che non ha paracaduti e nemmeno chissà che introiti, può mettere un milione e mezzo più ingaggio lordo per Forte (otto gol finora), e che cazzo allora si può e si deve pure noi. Non il Lecce o il Brescia o la Spal, il Venezia.
Finché "il Cosenza non ha né la possibilità né la voglia", il Cosenza dovrà accontentarsi di Gliozzi, con tutto il rispetto, e sperare chissà cosa o in chissà chi, magari quest'anno Bahlouli.
E ogni anno la classifica sarà questa. Poi alla fine ci salveremo, solo per ricominciare daccapo l'estate dopo.
Vogliamo dire basta e cominciare a pretendere e avere un budget da serie B, per prendere certezze da serie B e non scommesse?
Io taglio la testa al toro.
Avendo Trinchera ( che è allievo di Corvino) e se vuoi VERAMENTE RISOLVERE INVESTENDO, tu a Gennaio potresti avere subito Pettinari!
Basta che lo paghi l.
Ma lo vuoi fare veramente?
È ora di finirla di sperare!
GUARASCIO È A UN BIVIO STAVOLTA....
A guarascio non gli fotte un c... Quello è il problema. Ha il piano b pronto.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
Che sarebbe vendere quando retrocede in C.
Io non dimentico la schifosa intervista fatta da quel Romanelli questa estate quando diceva che in C aveva già pronte delle offerte....
Neanche, chiude bottega in allegria.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Rispondi