TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Tutto ciò che riguarda i LUPI.
Sezione riservata ai soli iscritti.
Rispondi
Avatar utente
Frascale67
Veterano
Veterano
Messaggi: 5627
Iscritto il: giovedì 8 agosto 2019, 9:09
Gender: Male
Ha ringraziato: 178 volte
Sei stato  ringraziato: 379 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Frascale67 »



"C'è del marcio in Via degli Stadi".
William perdonami.
Avatar utente
Frascale67
Veterano
Veterano
Messaggi: 5627
Iscritto il: giovedì 8 agosto 2019, 9:09
Gender: Male
Ha ringraziato: 178 volte
Sei stato  ringraziato: 379 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Frascale67 »

LucaWolves ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:41
Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 17:35
frank ock ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 16:59 Premesso che dopo le 22 del 2 settembre, ho fatto e letto pochi interventi. Mi incuriosisce la circostanza che si discuta sulla parola appeal, a mio avviso, perfettamente utilizzata da Trinchera. Che il termine, nel senso più stretto, non abbia a che fare con i soldi dovrebbe essere fuori di dubbio. La Cina nn ha appeal, ha soldi, e solo x questo motivo Pelle' e altri ci sono andati. Trinchera ha semplicemente fatto capire che, a parità di soldi, un Bonazzoli preferisce andare a Padova, a Spezia che a Cs, x diversi motivi, legati alla logistica e alla tranquillità delle citate citta'. Ora, se vogliamo scherzare e ricamare è una cosa, ma se vogliamo essere seri è un altro conto.
Va beh questo a seconda per un giocatore cosa significa appeal. Per un giocatore la cui vita lavorativa è oggettivamente breve pensare che il suo primo pensiero sia l'ingaggio non è per niente una eresia.
Perdonami ma Trinchera ha fatto un grosso errore, tu non puoi far ricadere le colpe del mancato arrivo di un centravanti, qualsiasi a questo punto, dicendo questa cosa dell’appeal. Che Cosenza non sia Verona non sia Perugia, lo sappiamo, non c’era bisogno che lo dicesse lui, ma se volevi fare un discorso oggettivo piuttosto che sparare merda sulla città, perché a questo punto della città hai fatto intendere di parlare, dovevi dire che la Società è poco ambita, ma questo ti sei tenuto alla larga di dirlo, altrimenti Guarascio ti sculacciava.
La piazza si infiamma, i calciatori vanno dove ci sono i sodi e a Cosenza sordi un cinni su o comunque in Società ambiziose dove ci sia un progetto. Qui progetto un cinnè, sordi un cinni su, u campo è na merda e l'hanno visto tutti a livello nazionale e ne hanno parlato anche poco tempo fa, strutture zero, i calciatori vanno aru campo cu ri machine loro e pu si ricoglianu aru San Vitino ppè si fa a doccia, la mancanza di appeal è imputabile alla città o alla Società? Ripeto unica garanzia Braglia. Il resto dilettanti allo sbaraglio.
D'accordissimo su tutto
"C'è del marcio in Via degli Stadi".
William perdonami.
Avatar utente
Frascale67
Veterano
Veterano
Messaggi: 5627
Iscritto il: giovedì 8 agosto 2019, 9:09
Gender: Male
Ha ringraziato: 178 volte
Sei stato  ringraziato: 379 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Frascale67 »

ost_id=225250 time=1564219136 user_id=7189]
lupo1970 ha scritto: sabato 27 luglio 2019, 9:29
REAL ha scritto: sabato 27 luglio 2019, 9:22 Tra l'altro se sta copertura inglobera' il san vitino
Lo dovranno fare in sintetico perché non si ciuccia più neanche un raggio di sole. Pensa chi bolletta della luce.
Il san vitino non esisterà più
Campo allenamento Cosenza, quello attualmente in terra all’interno del Real Cs
[/quote]
Ormai il campo di allenamento dietro lo stadio è anacronistico.... Così come continuare a dire, come fanno alcuni, il Marulla non si tocca
.... Magari si facesse il nuovo Marulla così aumenterebbe anche l'appeal della società...
[/quote]

Come vedete il termine è partito da qua. Miiii ni copiano tutti puru Trinchera
"C'è del marcio in Via degli Stadi".
William perdonami.
LucaWolves
Partecipante
Partecipante
Messaggi: 291
Iscritto il: martedì 20 agosto 2019, 15:28
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da LucaWolves »

Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:45
LucaWolves ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:41
Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 17:35
frank ock ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 16:59 Premesso che dopo le 22 del 2 settembre, ho fatto e letto pochi interventi. Mi incuriosisce la circostanza che si discuta sulla parola appeal, a mio avviso, perfettamente utilizzata da Trinchera. Che il termine, nel senso più stretto, non abbia a che fare con i soldi dovrebbe essere fuori di dubbio. La Cina nn ha appeal, ha soldi, e solo x questo motivo Pelle' e altri ci sono andati. Trinchera ha semplicemente fatto capire che, a parità di soldi, un Bonazzoli preferisce andare a Padova, a Spezia che a Cs, x diversi motivi, legati alla logistica e alla tranquillità delle citate citta'. Ora, se vogliamo scherzare e ricamare è una cosa, ma se vogliamo essere seri è un altro conto.
Va beh questo a seconda per un giocatore cosa significa appeal. Per un giocatore la cui vita lavorativa è oggettivamente breve pensare che il suo primo pensiero sia l'ingaggio non è per niente una eresia.
Perdonami ma Trinchera ha fatto un grosso errore, tu non puoi far ricadere le colpe del mancato arrivo di un centravanti, qualsiasi a questo punto, dicendo questa cosa dell’appeal. Che Cosenza non sia Verona non sia Perugia, lo sappiamo, non c’era bisogno che lo dicesse lui, ma se volevi fare un discorso oggettivo piuttosto che sparare merda sulla città, perché a questo punto della città hai fatto intendere di parlare, dovevi dire che la Società è poco ambita, ma questo ti sei tenuto alla larga di dirlo, altrimenti Guarascio ti sculacciava.
La piazza si infiamma, i calciatori vanno dove ci sono i sodi e a Cosenza sordi un cinni su o comunque in Società ambiziose dove ci sia un progetto. Qui progetto un cinnè, sordi un cinni su, u campo è na merda e l'hanno visto tutti a livello nazionale e ne hanno parlato anche poco tempo fa, strutture zero, i calciatori vanno aru campo cu ri machine loro e pu si ricoglianu aru San Vitino ppè si fa a doccia, la mancanza di appeal è imputabile alla città o alla Società? Ripeto unica garanzia Braglia. Il resto dilettanti allo sbaraglio.
D'accordissimo su tutto
Dai ragà non scherziamo perfavore, Cosenza è una piazza scottata, che ogni estate viveva con ansia l’iscrizione al campionato, è arrivato lui ed ha cambiato la situazione, ci ha ridato una dignità, ci ha fatto divertire e ci ha fatto sognare. E noi purtroppo abbiamo pensato che fosse arrivato il nostro momento. Ciò che non gli perdonerò mai è proprio questo, hai un’intera provincia alle spalle, una piazza che è maturata tantissimo nel corso degli anni, presenze spettacolari in casa e fuori casa, eppure mi chiedo come sia possibile rimanere così freddi dinanzi a tutto ciò. È una persona senza anima, senza passione, qualsiasi altri imprenditorie avrebbe capito che investendo si potevano raggiungere dei risultati ancora più soddisfacenti, invece lui no contrario ad ogni tipo di entusiasmo, spegne qualsiasi barlume di speranza, di sogno. Sarà che sono un visionario, sarà che sono innamorato di questi colori, ma noi a Cosenza non abbiamo bisogno di un ragioniere, abbiamo bisogno di un ragioniere che abbia però anche un’anima. Una passione. Perché se tu in primis non sei tifoso, non potrai mai comprendere cosa sia la passione. Quella che brucia dentro. Ca un ti fa dorma a notte. Che ti spinge sempre a fare meglio. Nessuno gli avrebbe chiesto chissà cosa, avremmo accettato la sincerità. Noi non possiamo permetterci la vacanza all inclusive, ma ragazzi miei come un padre che parla ad un figlio, oggi compriamo l’ombrellone, domani il pallone, tra un mese il canotto e ti avremmo amato comunque, anzi forse di più, perché ottenere le cose in questo modo, ha tutto un altro sapore.
Ma evidentemente ad iddru u mare un li piacia.... e a su punto mancu a Sila.
Avatar utente
DarkGOD
Veterano
Veterano
Messaggi: 26101
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 4:02
Gender: Male
Località: ..outworld..
Ha ringraziato: 361 volte
Sei stato  ringraziato: 269 volte
Contatta:

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da DarkGOD »

giu84 ha scritto:Scrivo dopo qualche giorno che mi è servito per smaltire la rabbia di un mercato partito male e concluso peggio. Di questa storia una cosa è chiara ed evidente. Con guarascio non potrà mai esserci un progetto, un investimento a lungo termine o un acquisto importante perchè sostanzialmente non c è la volontà e niente e nessuno gli farà mai cambiare idea.
È inutile, chiedere, pretendere, farsi delle domande, non serve assolutamente a niente, davanti abbiamo un muro di gomma che ribatte qualsiasi argomento gli si ponga con lo stesso modo da ormai 8 anni a questa parte.
La figura di trinchera esce ridimensionata, non solo per il cattivo lavoro svolto( qualsiasi limitazione di budget possa esserci stata, è ingiustificabile non aver acquistato un attaccante in 4 mesi di tempo) ma anche per aver sorretto il gioco di Guarascio e anzi, aver catapultato l attenzione sullo scarso appeal che cosenza ha in ambito nazionale, dimenticando la grande attenzione che ci riservano i media nazionali e anche gli esperti di calciomercato e dimenticandosi che in serie b esistono piazze come Chiavari, Castellammare di stabia, pordenone, trapani, dallo scarso appeal che hanno mosso il mercato degli attaccanti.
Auguriamoci, per il bene di tutti, che Braglia compia l ennesimo miracolo perché se così non fosse qualcuno dovrà scappare di notte da Cosenza.
tutto ciò che scrivi lo diceva stefanuzzu fiore dopo 2 mesi da ds.
sono passati 8 anni.
dov'è il problema?
speriamo qualcuno apra gli occhi e faccia un ripiglio a chi di dovere.
..cento anni di storia..
con nessuna dirigenza solo per l'amore del cosenza..'ncarogna sempre
Avatar utente
DarkGOD
Veterano
Veterano
Messaggi: 26101
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 4:02
Gender: Male
Località: ..outworld..
Ha ringraziato: 361 volte
Sei stato  ringraziato: 269 volte
Contatta:

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da DarkGOD »

LucaWolves ha scritto:
Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 17:35
frank ock ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 16:59 Premesso che dopo le 22 del 2 settembre, ho fatto e letto pochi interventi. Mi incuriosisce la circostanza che si discuta sulla parola appeal, a mio avviso, perfettamente utilizzata da Trinchera. Che il termine, nel senso più stretto, non abbia a che fare con i soldi dovrebbe essere fuori di dubbio. La Cina nn ha appeal, ha soldi, e solo x questo motivo Pelle' e altri ci sono andati. Trinchera ha semplicemente fatto capire che, a parità di soldi, un Bonazzoli preferisce andare a Padova, a Spezia che a Cs, x diversi motivi, legati alla logistica e alla tranquillità delle citate citta'. Ora, se vogliamo scherzare e ricamare è una cosa, ma se vogliamo essere seri è un altro conto.
Va beh questo a seconda per un giocatore cosa significa appeal. Per un giocatore la cui vita lavorativa è oggettivamente breve pensare che il suo primo pensiero sia l'ingaggio non è per niente una eresia.
Perdonami ma Trinchera ha fatto un grosso errore, tu non puoi far ricadere le colpe del mancato arrivo di un centravanti, qualsiasi a questo punto, dicendo questa cosa dell’appeal. Che Cosenza non sia Verona non sia Perugia, lo sappiamo, non c’era bisogno che lo dicesse lui, ma se volevi fare un discorso oggettivo piuttosto che sparare merda sulla città, perché a questo punto della città hai fatto intendere di parlare, dovevi dire che la Società è poco ambita, ma questo ti sei tenuto alla larga di dirlo, altrimenti Guarascio ti sculacciava.
La piazza si infiamma, i calciatori vanno dove ci sono i sodi e a Cosenza sordi un cinni su o comunque in Società ambiziose dove ci sia un progetto. Qui progetto un cinnè, sordi un cinni su, u campo è na merda e l'hanno visto tutti a livello nazionale e ne hanno parlato anche poco tempo fa, strutture zero, i calciatori vanno aru campo cu ri machine loro e pu si ricoglianu aru San Vitino ppè si fa a doccia, la mancanza di appeal è imputabile alla città o alla Società? Ripeto unica garanzia Braglia. Il resto dilettanti allo sbaraglio.
se qualcuno ha qualcosa da ridire su sto post
é chiaramente catanzarese.
perfetto.
..cento anni di storia..
con nessuna dirigenza solo per l'amore del cosenza..'ncarogna sempre
Avatar utente
Oberdan_80
Veterano
Veterano
Messaggi: 11410
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 16:46
Gender: Male
Località: Roges di Cosenza Nord
Ha ringraziato: 429 volte
Sei stato  ringraziato: 252 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Oberdan_80 »

LucaWolves ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:54
Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:45
LucaWolves ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 22:41
Frascale67 ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 17:35
frank ock ha scritto: venerdì 6 settembre 2019, 16:59 Premesso che dopo le 22 del 2 settembre, ho fatto e letto pochi interventi. Mi incuriosisce la circostanza che si discuta sulla parola appeal, a mio avviso, perfettamente utilizzata da Trinchera. Che il termine, nel senso più stretto, non abbia a che fare con i soldi dovrebbe essere fuori di dubbio. La Cina nn ha appeal, ha soldi, e solo x questo motivo Pelle' e altri ci sono andati. Trinchera ha semplicemente fatto capire che, a parità di soldi, un Bonazzoli preferisce andare a Padova, a Spezia che a Cs, x diversi motivi, legati alla logistica e alla tranquillità delle citate citta'. Ora, se vogliamo scherzare e ricamare è una cosa, ma se vogliamo essere seri è un altro conto.
Va beh questo a seconda per un giocatore cosa significa appeal. Per un giocatore la cui vita lavorativa è oggettivamente breve pensare che il suo primo pensiero sia l'ingaggio non è per niente una eresia.
Perdonami ma Trinchera ha fatto un grosso errore, tu non puoi far ricadere le colpe del mancato arrivo di un centravanti, qualsiasi a questo punto, dicendo questa cosa dell’appeal. Che Cosenza non sia Verona non sia Perugia, lo sappiamo, non c’era bisogno che lo dicesse lui, ma se volevi fare un discorso oggettivo piuttosto che sparare merda sulla città, perché a questo punto della città hai fatto intendere di parlare, dovevi dire che la Società è poco ambita, ma questo ti sei tenuto alla larga di dirlo, altrimenti Guarascio ti sculacciava.
La piazza si infiamma, i calciatori vanno dove ci sono i sodi e a Cosenza sordi un cinni su o comunque in Società ambiziose dove ci sia un progetto. Qui progetto un cinnè, sordi un cinni su, u campo è na merda e l'hanno visto tutti a livello nazionale e ne hanno parlato anche poco tempo fa, strutture zero, i calciatori vanno aru campo cu ri machine loro e pu si ricoglianu aru San Vitino ppè si fa a doccia, la mancanza di appeal è imputabile alla città o alla Società? Ripeto unica garanzia Braglia. Il resto dilettanti allo sbaraglio.
D'accordissimo su tutto
Dai ragà non scherziamo perfavore, Cosenza è una piazza scottata, che ogni estate viveva con ansia l’iscrizione al campionato, è arrivato lui ed ha cambiato la situazione, ci ha ridato una dignità, ci ha fatto divertire e ci ha fatto sognare. E noi purtroppo abbiamo pensato che fosse arrivato il nostro momento. Ciò che non gli perdonerò mai è proprio questo, hai un’intera provincia alle spalle, una piazza che è maturata tantissimo nel corso degli anni, presenze spettacolari in casa e fuori casa, eppure mi chiedo come sia possibile rimanere così freddi dinanzi a tutto ciò. È una persona senza anima, senza passione, qualsiasi altri imprenditorie avrebbe capito che investendo si potevano raggiungere dei risultati ancora più soddisfacenti, invece lui no contrario ad ogni tipo di entusiasmo, spegne qualsiasi barlume di speranza, di sogno. Sarà che sono un visionario, sarà che sono innamorato di questi colori, ma noi a Cosenza non abbiamo bisogno di un ragioniere, abbiamo bisogno di un ragioniere che abbia però anche un’anima. Una passione. Perché se tu in primis non sei tifoso, non potrai mai comprendere cosa sia la passione. Quella che brucia dentro. Ca un ti fa dorma a notte. Che ti spinge sempre a fare meglio. Nessuno gli avrebbe chiesto chissà cosa, avremmo accettato la sincerità. Noi non possiamo permetterci la vacanza all inclusive, ma ragazzi miei come un padre che parla ad un figlio, oggi compriamo l’ombrellone, domani il pallone, tra un mese il canotto e ti avremmo amato comunque, anzi forse di più, perché ottenere le cose in questo modo, ha tutto un altro sapore.
Ma evidentemente ad iddru u mare un li piacia.... e a su punto mancu a Sila.
rassegnazione, pessimismo e sconforto...
-------
=@ GUARASCIO MOLLA IL COSENZA CALCIO =@

Immagine
Avatar utente
Minaccia
Veterano
Veterano
Messaggi: 6711
Iscritto il: sabato 8 giugno 2019, 13:13
Gender: Male
Ha ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 139 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Minaccia »

Sì ma non possiamo nemmeno escludere che più di uno nel mondo del calcio (sostanzialmente, tra i profili di giocatori forti che cercano una vetrina per esplodere, parliamo di ragazzi di 20-22-24 anni poco acculturati) non abbia minimamente idea di cosa e come sia la città di Cosenza. Ammesso, ripeto, che gliene freghi qualcosa di castello calatrava centrostorico MAB Unical Alarico movida borghi più belli d'italia e via dicendo, un Ceravolo o un Bonazzoli cresciuti giocando a pallone mentre i coetanei andavano a scuola possono sapere tutte queste cose? Per quanti calciatori Cosenza è una cittadina sconosciuta ed evidentemente depressa del Meridione conosciutissimo e notoriamente depresso?
Trinchera ha sbagliato nei modi a generalizzare tanto per, ma io non sono stupito se qualcuno al nome di Cosenza ha opposto resistenze come se credesse di rischiare di sbarcare nello scenario di un film anni 80 in un paesino sperduto (e diversi capoluoghi meridionali sono ancora in quelle condizioni).

La società deve fare il suo crescendo sul piano organizzativo.
Noi come collettività (e istituzioni preposte) dovremmo fare il nostro facendoci finalmente conoscere con obiettivo turismo di massa eccetera perché è quello che questa città meriterebbe, da questo punto di vista avere appeal per calciatori in rampa di lancio dovrebbe anzi essere proprio l'ultimo pensiero, la mera conseguenza logica di qualcosa che ci farebbe avanzare in ben altri settori.
Quando parlo di turismo di massa intendo farci un nome per quello che siamo anche nel grande pubblico. E' chiaro che non sono rari gli articoli e i dossier elogiativi apparsi su testate nazionali anche prestigiosissime, ma proprio per questo "di nicchia" per quello che serve a noi. Non credo che Ceravolo e Bonazzoli leggano il Sole24ore.
Maschio bianco europeo etero
Ares74
Iscritto Attivo
Iscritto Attivo
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 18 agosto 2019, 15:04
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Ares74 »

Si dice che Cosenza non ha appeal perché è fuori dal mondo, non ha aeroporti etc etc. Come se altre città d Italia sono messe meglio. Allora quelli che vanno a Crotone? (Con tutto il rispetto della città)! (Leggi maxi Lopez per esempio) La verità è che in mancanza di un progetto serio nessun giocatore viene volentieri, e questo vale per qualsiasi città. Pensate che nemmeno al Milan (nonostante la città che inconfutabilmente ha più appeal di tutte) i grandi giocatori non ci vanno!!!! Quindi guarascio e trinchera a chi la volete raccontare?? Guara' caccia i sordi e fa l'imprenditore comu su deve, fa nu progetto seriu e vidi ca i jocaturi venanu. Forza cosenza e abbasso a chi per salvarsi il culo dice che cosenza non ha appeal ( ca pua u più c c'e e cumu) :lol: :lol: :flag:
Avatar utente
Minaccia
Veterano
Veterano
Messaggi: 6711
Iscritto il: sabato 8 giugno 2019, 13:13
Gender: Male
Ha ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 139 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Minaccia »

...A Crotone l'aeroporto c'è. Gioco partita incontro :sord
Maschio bianco europeo etero
giu84
Assiduo
Assiduo
Messaggi: 857
Iscritto il: sabato 2 giugno 2018, 12:19
Gender: Male
Ha ringraziato: 18 volte
Sei stato  ringraziato: 43 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da giu84 »

Minaccia ha scritto: sabato 7 settembre 2019, 10:22 Sì ma non possiamo nemmeno escludere che più di uno nel mondo del calcio (sostanzialmente, tra i profili di giocatori forti che cercano una vetrina per esplodere, parliamo di ragazzi di 20-22-24 anni poco acculturati) non abbia minimamente idea di cosa e come sia la città di Cosenza. Ammesso, ripeto, che gliene freghi qualcosa di castello calatrava centrostorico MAB Unical Alarico movida borghi più belli d'italia e via dicendo, un Ceravolo o un Bonazzoli cresciuti giocando a pallone mentre i coetanei andavano a scuola possono sapere tutte queste cose? Per quanti calciatori Cosenza è una cittadina sconosciuta ed evidentemente depressa del Meridione conosciutissimo e notoriamente depresso?
Trinchera ha sbagliato nei modi a generalizzare tanto per, ma io non sono stupito se qualcuno al nome di Cosenza ha opposto resistenze come se credesse di rischiare di sbarcare nello scenario di un film anni 80 in un paesino sperduto (e diversi capoluoghi meridionali sono ancora in quelle condizioni).

La società deve fare il suo crescendo sul piano organizzativo.
Noi come collettività (e istituzioni preposte) dovremmo fare il nostro facendoci finalmente conoscere con obiettivo turismo di massa eccetera perché è quello che questa città meriterebbe, da questo punto di vista avere appeal per calciatori in rampa di lancio dovrebbe anzi essere proprio l'ultimo pensiero, la mera conseguenza logica di qualcosa che ci farebbe avanzare in ben altri settori.
Quando parlo di turismo di massa intendo farci un nome per quello che siamo anche nel grande pubblico. E' chiaro che non sono rari gli articoli e i dossier elogiativi apparsi su testate nazionali anche prestigiosissime, ma proprio per questo "di nicchia" per quello che serve a noi. Non credo che Ceravolo e Bonazzoli leggano il Sole24ore.
Dai ma non prendiamoci in giro.
Trinchera credeva di fare il colpo ad effetto prendendo un top della categoria l ultimo giorno di mercato e ha ricevuto una serie di due di picche per una serie di ragioni, la principale è che la società non da alcuna sensazione di organizzazione vista dall esterno. Gente come Bonazzoli, Ceravolo, Paloschi, La mantia, non avrebbe mai accettato Cosenza neanche se al posto del Castello Svevo ci fosse stato il Colosseo, se al posto di Piazza Bilotti ci fosse stata Piazza di Spagna e se al posto del museo dei Bretti, il museo del Louvre. I calciatori importanti(per la categoria di appartenenza) si muovo quando ci sono progetti ambiziosi,ingaggi faraonici e commissioni di un certo rilievo per i loro agenti.
Per il resto, trinchera gli attaccanti considerati di media/bassa fascia non li ha mai trattati( peccando di presunzione), tranne l ultimo giorno di mercato quando era ormai troppo tardi per intavolare qualsiasi discorso economico con le squadre di appartenenza e tecnico con i giocatori interessati.
Avatar utente
Minaccia
Veterano
Veterano
Messaggi: 6711
Iscritto il: sabato 8 giugno 2019, 13:13
Gender: Male
Ha ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 139 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Minaccia »

giu84 ha scritto: sabato 7 settembre 2019, 12:00
Minaccia ha scritto: sabato 7 settembre 2019, 10:22 Sì ma non possiamo nemmeno escludere che più di uno nel mondo del calcio (sostanzialmente, tra i profili di giocatori forti che cercano una vetrina per esplodere, parliamo di ragazzi di 20-22-24 anni poco acculturati) non abbia minimamente idea di cosa e come sia la città di Cosenza. Ammesso, ripeto, che gliene freghi qualcosa di castello calatrava centrostorico MAB Unical Alarico movida borghi più belli d'italia e via dicendo, un Ceravolo o un Bonazzoli cresciuti giocando a pallone mentre i coetanei andavano a scuola possono sapere tutte queste cose? Per quanti calciatori Cosenza è una cittadina sconosciuta ed evidentemente depressa del Meridione conosciutissimo e notoriamente depresso?
Trinchera ha sbagliato nei modi a generalizzare tanto per, ma io non sono stupito se qualcuno al nome di Cosenza ha opposto resistenze come se credesse di rischiare di sbarcare nello scenario di un film anni 80 in un paesino sperduto (e diversi capoluoghi meridionali sono ancora in quelle condizioni).

La società deve fare il suo crescendo sul piano organizzativo.
Noi come collettività (e istituzioni preposte) dovremmo fare il nostro facendoci finalmente conoscere con obiettivo turismo di massa eccetera perché è quello che questa città meriterebbe, da questo punto di vista avere appeal per calciatori in rampa di lancio dovrebbe anzi essere proprio l'ultimo pensiero, la mera conseguenza logica di qualcosa che ci farebbe avanzare in ben altri settori.
Quando parlo di turismo di massa intendo farci un nome per quello che siamo anche nel grande pubblico. E' chiaro che non sono rari gli articoli e i dossier elogiativi apparsi su testate nazionali anche prestigiosissime, ma proprio per questo "di nicchia" per quello che serve a noi. Non credo che Ceravolo e Bonazzoli leggano il Sole24ore.
Dai ma non prendiamoci in giro.
Trinchera credeva di fare il colpo ad effetto prendendo un top della categoria l ultimo giorno di mercato e ha ricevuto una serie di due di picche per una serie di ragioni, la principale è che la società non da alcuna sensazione di organizzazione vista dall esterno. Gente come Bonazzoli, Ceravolo, Paloschi, La mantia, non avrebbe mai accettato Cosenza neanche se al posto del Castello Svevo ci fosse stato il Colosseo, se al posto di Piazza Bilotti ci fosse stata Piazza di Spagna e se al posto del museo dei Bretti, il museo del Louvre. I calciatori importanti(per la categoria di appartenenza) si muovo quando ci sono progetti ambiziosi,ingaggi faraonici e commissioni di un certo rilievo per i loro agenti.
Per il resto, trinchera gli attaccanti considerati di media/bassa fascia non li ha mai trattati( peccando di presunzione), tranne l ultimo giorno di mercato quando era ormai troppo tardi per intavolare qualsiasi discorso economico con le squadre di appartenenza e tecnico con i giocatori interessati.
Se le cose fossero andate così e avesse puntato tutte le sue carte sui grossi nomi tralasciando di lasciarsi porte aperte (ma io dico trattali direttamente già dal 20 agosto, altro che porte aperte) con quelli che poi ha cercato l'ultimo giorno, Trinchera sarebbe un pazzo da manicomio.
Maschio bianco europeo etero
Avatar utente
Frascale67
Veterano
Veterano
Messaggi: 5627
Iscritto il: giovedì 8 agosto 2019, 9:09
Gender: Male
Ha ringraziato: 178 volte
Sei stato  ringraziato: 379 volte

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da Frascale67 »

Mah.. natru discursu serio cunchiusu e pure condivisibile, almeno per larghi tratti.
Ma su picciriddru un c'ha capitu nenti. Nua cca fissiamu pigliamu ppe ru prosio facimu "goliardia" cchi su di discursi seri? A nnua ni fa mali a capu...e tu insisti....
"C'è del marcio in Via degli Stadi".
William perdonami.
cicciopompa
Iscritto Attivo
Iscritto Attivo
Messaggi: 48
Iscritto il: mercoledì 28 agosto 2019, 15:12
Gender: Male
Ha ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da cicciopompa »

Luporossoblu1914 ha scritto: giovedì 5 settembre 2019, 23:37
cicciopompa ha scritto: giovedì 5 settembre 2019, 22:54 TIFO ORGANIZZATO ?????????? POSIZIONE ??????????? AHAHAHAHAHA MI FACITI MORA MA ANCORA I DIANTI I LATTI TENITI ??????? A POSIZIONE E' SEMPRE A 90 GRADI PU ASPETTAMU CARRIVAMU A IENNARU CU 5 PUNTI PI GRIDA GUARASCIO GUARASCIO VAFFANCULO TIMIDAMENTE PERO SI DUVISSA INCAZZA U MUNNIZZARU E LICENZIA MENZA TRIBUNA B
CATANZARO MERDA
CHI LIUNE
cs86
Veterano
Veterano
Messaggi: 1246
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2006, 18:44
Gender: Male
Ha ringraziato: 3 volte
Sei stato  ringraziato: 1 volta

Re: TRINCHE' MA STIAMO SCHERZANDO?

Messaggio da cs86 »

Ares74 ha scritto: sabato 7 settembre 2019, 11:42 Si dice che Cosenza non ha appeal perché è fuori dal mondo, non ha aeroporti etc etc. Come se altre città d Italia sono messe meglio. Allora quelli che vanno a Crotone? (Con tutto il rispetto della città)! (Leggi maxi Lopez per esempio) La verità è che in mancanza di un progetto serio nessun giocatore viene volentieri, e questo vale per qualsiasi città. Pensate che nemmeno al Milan (nonostante la città che inconfutabilmente ha più appeal di tutte) i grandi giocatori non ci vanno!!!! Quindi guarascio e trinchera a chi la volete raccontare?? Guara' caccia i sordi e fa l'imprenditore comu su deve, fa nu progetto seriu e vidi ca i jocaturi venanu. Forza cosenza e abbasso a chi per salvarsi il culo dice che cosenza non ha appeal ( ca pua u più c c'e e cumu) :lol: :lol: :flag:
a crotone hanno il sant'anna, altro che non c'è l'aereoporto :sord ... a parte gli scherzi comunque a crotone hanno una conoscibilità maggiore ed un forte turismo, approfittando anche della loro posizione privilegiata sul mare..cosenza è una città interna, seppure molto bella non si è mai riuscita a pubblicizzare, effettivamente molti non la conoscono salvo rimanerne stupiti, ma questa è..per non parlare del lavoro, a cosenza ci stanno solo call center, si sta erodendo il settore commerciale con la crisi, vero volano dell'economia cittadina..a crotone cr4edo si abbia, seppure nella ristrettezza calabrese, maggiori alternative di lavoro..purtroppo in questo momento storico questa à, ma nulla si lega a quanto voleva dire trinchera, il calciatore non sceglie cosenza semplicemente a causa di una società che investe poco, organizzata in maniera discutibile e senza strutture adeguate, a differenza dei cugini che invece si sono fatti un nome in tal senso..non incide in alcun modo la poca conoscibilità della citta di cosenza, bensi esclusivamente il poco appeal (ormai su termine è nu tormentone) della società clacistica, inutile che lo stimato trincky si aggrappi sugli specchi per parare il culo al ragioniere
Ultima modifica di cs86 il sabato 7 settembre 2019, 14:13, modificato 1 volta in totale.
Rispondi